PER LE PROGRESSIONI ECONOMICHE ORIZZONTALI E’ OBBLIGATORIO IL CONTRATTO NELL’ANNO, LA PROCEDURA INVECE PUO’ SLITTARE – ARAN PARERE CFL69

L’ARAN torna sulla procedura per la corretta attivazione dell’istituto delle progressioni economiche orizzontali alla luce del nuovo CCNL del 2018 e, al contrario di quanto sostenuto dal Dipartimento della funzione pubblica e dalla Ragioneria generale dello stato, chiarisce che è perentoria la sottoscrizione nell’anno di riferimento del CCDI normativo e del fondo del salario accessorio, mentre è possibile far slittare anche all’anno successivo la procedura per l’assegnazione delle progressioni stesse.

Scarica il documento: Cfl69 ARAN progressioni economiche orizzontali

FOGLIO DI CALCOLO DEL FONDO DEL SALARIO ACCESSORIO ANNO 2020 CON LE NUOVE REGOLE – STRUMENTI DI LAVORO

Si pubblica il Foglio di calcolo per la quantificazione e l’utilizzo del Fondo del salario accessorio per l’anno 2020, nonché del calcolo del rispetto del nuovo limite del salario accessorio con le nuove modalità previste nell’art. 33 c. 2 del DL 34/2019.

Scarica il documento: Foglio di calcolo Fondo salario accessorio anno 2020

FOGLIO DI CALCOLO PER IL COSTO DELLE PROGRESSIONI ECONOMICHE E DEL COMPARTO DEL FONDO DEL SALARIO ACCESSORIO – STRUMENTI DI LAVORO

Si pubblica scaricabile gratuitamente il foglio di calcolo per il costo delle progressioni economiche orizzontali e l’indennità di comparto complessivi, nonché le rispettive quote a carico del fondo del salario accessorio, compresi i rinnovi contrattuali previsti dal nuovo Contratto collettivo nazionale del comparto Funzioni Locali del 21.05.2018.

Scarica il file: Foglio di calcolo costo progressione economica e comparto

FONDO DEL SALARIO ACCESSORIO E CONTRATTO DECENTRATO INTEGRATIVO NORMATIVO – STRUMENTI DI LAVORO

Si pubblicano scaricabili gratuitamente lo Schema per il calcolo del Fondo del salario accessorio e la Bozza di Contratto decentrato integrativo normativo ai sensi del nuovo Contratto collettivo nazionale del comparto Funzioni locali del 21.05.2018.

Documenti scaricabili:

Bozza Contratto Decentrato Integrativo Normativo

Schema Fondo Salario Accessorio

GLI INCENTIVI PER MATRIMONI SONO FUORI DAL LIMITE DEL SALARIO ACCESSORIO – CORTE DEI CONTI VENETO DELIBERA N. 322/2019

Comune di Gaiarine (TV) – Parere reso ai sensi dell’art. 7, comma 8, della legge 5 giugno 2003 n. 131, in merito alla corretta interpretazione dell’art. 43, comma 4, della L. n. 449/1997. In particolare, il Sindaco, chiede se la celebrazione di matrimoni presso ristoranti o ville, in orari serali e/o festivi da parte del personale addetto allo stato civile che predispone gli atti e coadiuva l’organo che celebra i matrimoni possa essere ricondotto all’interno della fattispecie della norma sopra richiamata e se, nel caso, l’importo liquidato ai dipendenti interessati che svolgono il servizio, che implementa il fondo di produttività, possa derogare al tetto del fondo in essere dal 31.12.2016.

Link al documento: https://banchedati.corteconti.it/documentDetail/SRCVEN/322/2019/PAR

INCENTIVI RECUPERO EVASIONE TRIBUTARIA SOLO SE BILANCI APPROVATI NEI TERMINI DI LEGGE – CORTE DEI CONTI LOMBARDIA DELIBERA N. 412/2019

La Sezione decide, in conformità all’orientamento giurisprudenziale in materia espresso nel parere reso dalla Sezione regionale dell’Emilia-Romagna (cfr. deliberazione n. 52/2019/PAR)secondo cui il termine di approvazione del bilancio da considerare quale condizione di applicabilità dell’art. 1 comma 1091 della Legge n. 145/2018 “…è da intendersi il 31/12 dell’anno di riferimento di cui all’art. 163, comma 1, del d.lgs. n. 267/2000 e non anche il termine differito di cui all’art. 163, comma 3, del d.lgs. n. 267/2000…”.

Link al documento: https://banchedati.corteconti.it/documentDetail/SRCLOM/412/2019/PAR

I REGOLAMENTI SULLA RIPARTIZIONE DEI COMPENSI DEGLI INCENTIVI TECNICI SONO RETROATTIVI – DELIBERA CORTE DEI CONTI LOMBARDIA N. 385/2019

Il Sindaco del Comune di Calolziocorte (LC) ha chiesto se «nel caso in cui il Regolamento Comunale riguardante gli incentivi per la progettazione a favore del personale tecnico interno all’Ente, aggiornato fino al D.Lgs. 163/2016, non sia stato adeguato a quanto prescritto dal D.L. 90/2014, che nella legge di conversione abroga i commi 5 e 6 dell’art. 92 del D.Lgs. 163/2006 e introduce nell’art. 93 i commi 7 bis, 7 ter, 7 quater e 7 quinquies, che disciplinano il “fondo per la progettazione e l’innovazione”, è possibile adottare una norma regolamentare di adeguamento di detto regolamento con valenza retroattiva al fine di ripartire gli incentivi accantonati in bilancio e maturati dai dipendenti per l’attività svolta nel periodo ricompreso tra l’entrata in vigore dell’art. 13 bis del D.L. 90/2014 e l’entrata in vigore del D.LGS. 50/2016»Riconosciuta l’ammissibilità soggettiva e quella oggettiva dell’istanza, la Sezione ha richiamato i propri precedenti secondo cui il regolamento può disciplinare con effetto retroattivo la distribuzione di incentivi tecnici accantonati nel regime normativo antecedente il d.lgs. n. 50/2016 perché la retrodatazione degli effetti è consentita dall’art. 216, 1° e 3° comma, del medesimo d.lgs. n. 50/2016. Nella predetta facoltà di incidere retroattivamente con lo strumento del regolamento sopra indicato pare assorbita la possibilità di intervenire con una norma regolamentare di adeguamento delle pregresse disposizioni, aggiornate fino al d.lgs. n. 163/2006, alle previsioni recate dal d.l. n. 90/2014.La Sezione ha richiamato, infine, i più recenti orientamenti della giurisprudenza contabile sui confini del ridetto potere regolamentare che può disciplinare le situazioni pregresse nel rigoroso rispetto dei limiti e parametri che la normativa, applicabile al tempo di tali situazioni, imponeva, risultando escluso, di conseguenza, che il regolamento suddetto possa attualmente disciplinare la distribuzione di risorse accantonate secondo criteri non conformi con quelli in vigore al tempo dell’attività incentivabile.

Link al documento: https://banchedati.corteconti.it/documentDetail/SRCLOM/385/2019/PAR