LA PROCEDURA DI MOBILITA’ DA INDIRE PRIMA DI UN CONCORSO DEVE ESSERE CONTESTUALE ALL’INDIZIONE DEL CONCORSO STESSO – TAR CAMPANIA SENTENZA N. 2818/2020

LA PROCEDURA DI MOBILITA' DA INDIRE PRIMA DI UN CONCORSO DEVE ESSERE CONTESTUALE ALL'INDIZIONE DEL CONCORSO STESSO

Link al documento: https://www.giustizia-amministrativa.it/web/guest/dcsnprr?p_p_id=GaSearch_INSTANCE_2NDgCF3zWBwk&p_p_state=normal&p_p_mode=view&_GaSearch_INSTANCE_2NDgCF3zWBwk_javax.portlet.action=searchProvvedimenti&p_auth=T72PXc1m&p_p_lifecycle=0

PROROGA DELLA SOSPENSIONE DEI PROCEDIMENTI – COMUNICATO DEL DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DEL 09.04.2020

Ai sensi dell’art. 37 del decreto legge 8 aprile 2020, n. 23, ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 maggio 2020. Fermo restando che “Le pubbliche amministrazioni adottano ogni misura organizzativa idonea ad assicurare comunque la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti, con priorità per quelli da considerare urgenti e che, anche sulla base di motivate istanze degli interessati”, di seguito si riportano tutti i termini dei procedimenti amministrativi in capo al Dipartimento per la funzione pubblica interessati dalla disposizione.

Quella che risulta inspiegabile e crea un sicuro danno alle Amministrazioni è la sospensione per i termini della mobilità obbligatoria, procedura telematica e puramente formale, che blocca di fatto qualsiasi assunzione spostandole nel tempo per ulteriori 30 gg più i 45 gg previsti dalla procedura stessa, soprattutto in questa fase di difficoltà alla quale si somma peraltro lo straordinario turn over dovuto alla quota 100.

Link alla pagina: http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/27-03-2020/comunicato

SBLOCCATE LE ASSUNZIONI ANCHE IN LOMBARDIA E TOSCANA – DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA NOTA DEL 10.10.2016

Sono state ripristinate le ordinarie facoltà di assunzione e le procedure di mobilità anche per le Regioni Lombardia e Toscana e per gli enti locali che insistono sul loro territorio. E’ quanto si legge in una nota pubblicata oggi sul Portale mobilità sulla base dei dati acquisiti in relazione all’esiguo numero di personale in soprannumero degli enti di area vasta da ricollocare nella fase 2, ai sensi dell’art. 1, comma 234, della L. 208/2015. Per gli enti e le aziende del Servizio sanitario nazionale di tutte le regioni rimangono fermi gli obblighi ad assumere con procedure di mobilità il personale della CRI di cui all’art. 6, comma 7, del D. Lgs. 178/2012.

Link al documento: http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/10-10-2016/mobilita-sbloccate-le-assunzioni-lombardia-e-toscana