LA SOCIETA’ PER ESSERE PUBBLICA DEVE MANTENERE IL VINCOLO DI SCOPO E ATTIVITA’, NON BASTA LA PARTECIPAZIONE – CORTE DEI CONTI LOMBARDIA N. 77/2020

LA SOCIETA' PER ESSERE PUBBLICA DEVE MANTENERE IL VINCOLO DI SCOPO E ATTIVITA', NON BASTA LA PARTECIPAZIONE

La Sezione regionale di controllo per la Lombardia, rispondendo ad un quesito posto dal Commissario straordinario del Comune di Legnano (MI), rileva che, ai fini del mantenimento di una partecipazione pubblica, gli enti dovranno valutare attentamente la sussistenza delle condizioni previste dall’art. 4 del d.lgs. n. 175/2016 e, dunque, del cd. vincolo di scopo e del cd. vincolo di attività, a prescindere dal fatto che una partecipazione pubblica sia tale da poter qualificare una società pubblica in termini di “ente in house”. Tale qualificazione rileva, invece, ai fini delle modalità con cui sono affidati i contratti pubblici da parte delle pubbliche amministrazioni.

Link al documento: https://banchedati.corteconti.it/documentDetail/SRCLOM/77/2020/PAR

LA GIURISDIZIONE DELLA CORTE DEI CONTI PUO’ ESSERE ESERCITZTA UNICAMENTE SULLE SOCIETA’ IN HOUSE PROVIDING – CORTE DI CASSAZIONE ORDINANZA N. 7824/2020

Soltanto se ricorrono tutti i requisiti per le società gestite in house providing può essere esercitata la giurisdizione della Corte di Conti, sull’azione di responsabilità nei confronti degli organi sociali per danni al patrimonio, ovvero:

a) capitale interamente pubblico;

b) obbligo di svolgere l’attività prevalente in favore dei soci;

c) soggezione al controllo analogo degli enti pubblici.

Link al documento: http://www.italgiure.giustizia.it/sncass/

Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 – DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DECRETO-LEGGE 17 marzo 2020, n. 18 Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il Decreto, nonostante il brevissimo tempo con cui è stato redatto, si caratterizza per la corposità delle misure economiche messe in campo e l’enorme varietà delle materie trattate, in particolare si segnalano per interesse i seguenti articoli:

  • Art. 23 (Congedo e indennità per i lavoratori dipendenti del settore privato, i lavoratori iscritti alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26 della legge 8 agosto 1995, n. 335, e i lavoratori autonomi, per emergenza COVID -19)
  • Art. 24 (Estensione durata permessi retribuiti ex art. 33, legge 5 febbraio 1992, n. 104)
  • Art. 87 (Misure straordinarie in materia di lavoro agile e di esenzione dal servizio e di procedure concorsuali)
  • Art. 115 (Straordinario polizia locale)

Scarica il documento: Dl-del-17.03.2020-n.18-COVID-19-TER