GLI ENTI NON VIRTUOSI POSSONO COMUNQUE PROCEDERE A NUOVE ASSUNZIONI SE DIMOSTRANO LA PROGRESSIVA RIDUZIONE DELLA SPESA DI PERSONALE – CORTE DEI CONTI SICILIA DELIBERA N. 131/2020

GLI ENTI NON VIRTUOSI POSSONO COMUNQUE PROCEDERE A NUOVE ASSUNZIONI SE DIMOSTRANO LA PROGRESSIVA RISUZIONE DELLA SPESA DI PERSONALE

“… In conclusione, gli enti caratterizzati da elevata incidenza della spesa di personale sulle entrate correnti secondo le disposizioni di cui all’art. 33, comma 2, del D.L. n. 34 del 2019, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58 e del relativo decreto attuativo del 17 marzo 2020 (c.d. “non virtuosi”) non sono, per ciò solo, privati di ogni facoltà di effettuare assunzioni di personale a tempo indeterminato, ma l’entità dei relativi spazi assunzionali deve essere determinata in misura tale da risultare compatibile con il percorso di graduale riduzione annuale del rapporto di sostenibilità finanziaria che gli stessi sono chiamati a compiere.”

LE ASSUNZIONI DELLE QUOTE D’OBBLIGO DELLE CATEGORIE PROTETTE RIENTRANO NEI LIMITI DI SPESA DI PERSONALE – CORTE DEI CONTI LOMBARIDIA DELIBERA N. 135/2020

Il Collegio si esprime nel senso che la spesa per le assunzioni obbligatorie di lavoratori disabili entro la quota di riserva non è esclusa dal computo della spesa complessiva per tutto il personale dipendente, rilevante ai fini di quanto previsto per le assunzioni di personale a tempo indeterminato dall’articolo 33, comma 2, del decreto-legge  30 aprile 2019, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, fermo restando che all’interno della “spesa complessiva per tutto il personale dipendente” il comune dovrà rispettare la quota di riserva fissata dall’articolo 3 della legge 12 marzo 1999, n. 68.

Link al documento: https://www.corteconti.it/Home/Documenti/DettaglioDocumenti?Id=40a32b34-e7e2-4774-9cbc-a4d288274ec9

NESSUNA ASSUNZIONE SE SI SFORA LA SPESA DI PERSONALE – DELIBERAZIONE CORTE DEI CONTI EMILIA ROMAGNA N. 188/2014

imagesCA69FL8E

Attraverso un _ articolata ricostruzione del quadro normativo in materia di vincoli assunzionali ed alla spesa di personale cui sono sottoposti gli enti locali tenuti a rispettare la disciplina sul patto di stabilità interno e tenuto conto delle recenti disposizioni contenute nel d.l. n. 90/2014 (cfr. in particolare, artt. 3, commi 5 e ss., 11, commi 4 bis e 4 quater), la deliberazione in esame si occupa di un quesito avente ad oggetto la richiesta di un Comune (assoggettato alla disciplina del patto di stabilità a decorrere dal 2013) circa la possibilità di assumere nuovo personale nel 2014 in deroga alla disposizione contenuta nell _ art. 1, comma 557- ter, l.n. 296/2006.

Link: https://servizi.corteconti.it/bdcaccessibile/ricercaInternet/doGestioneRicerca.do