Incompatibilità tra Responsabile della prevenzione della corruzione e Presidente del Nucleo di valutazione – ANAC delibera n. 180/2020

L’ANAC, con la delibera numero 180 del 26 febbraio 2020, torna ancora sulla questione concernente l’attività di vigilanza in merito a incompatibilità del Segretario generale e Responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza e Presidente del Nucleo di valutazione presso lo stesso Comune, escludendo di fatto ai Segretari Comunali la possibilità di fare ancora parte dei Nuclei di Valutazione.

Link al documento: https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?id=afc65b450a778042266892c255eb5fb1

IL CONFLITTO D’INTERESSI NON DEVE ESSERE SOLAMENTE POTENZIALE MA DEVE ESSERE PROVATO – ANAC DELIBERA N. 20/2020

OGGETTO: Istanza di parere di precontenzioso ex art. 211, comma 1, del d.lgs. 50/2016 presentata dal dalla Soc. Datacontact S.r.l., mandataria del costituendo raggruppamento con Lucana Sistemi S.r.l. e Cooperativa EDP La Traccia –– Gara telematica mediante procedura aperta per l’acquisizione di soluzioni e servizi avanzati a supporto dell’agenda digitale – Importo a base di gara: euro 18.200.808,96 – Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente più vantaggiosa – S.A.: Dipartimento SUA– Regione Basilicata/Ufficio appalti servizi e forniture.

Link al documento: https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=7712

Relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza e pubblicazione dei PTPCT – ARAN Comunicati applicativi

Al fine di consentire ai Responsabili della Prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) di svolgere adeguatamente tutte le attività connesse alla predisposizione dei Piani triennali di prevenzione della corruzione e della trasparenza entro il 31 gennaio 2020, l’Autorità ha valutato opportuno anche quest’anno prorogare alla medesima data il termine ultimo per la predisposizione e la pubblicazione della Relazione annuale che i RPCT sono tenuti ad elaborare ai sensi dell’art. 1, co. 14, della legge 190/2012.

Per la redazione della relazione i RPCT si avvalgono della Scheda per la relazione annuale del RPCT 2019.

In alternativa, i RPCT che utilizzano la Piattaforma di acquisizione dei PTPCT possono usufruire del servizio di generazione automatica della relazione annuale dopo aver completato l’inserimento dei dati relativi ai PTPCT e alle misure di attuazione.

Link al documento: http://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?ca=7623

ANALISI DEL RISCHIO AI FINI DELLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE – STRUMENTI OPERATIVI DI LAVORO

Ai fini della valutazione del rischio dei processi di lavoro da inserire nel nuovo Piano Triennale della prevenzione della corruzione e della trasparenza per il triennio 2020-2022, in conformità delle nuove istruzioni impartite nel Piano nazionale anticorruzione 2019 dell’ANAC, si pubblica il modello in excel scaricabile gratuitamente con il censimento dei processi di lavoro organizzati per la valutazione del rischio secondo il nuovo schema di analisi qualitativo.

Documenti scaricabili:

Schede per la valutazione del rischio 2020

Piano Nazionale Anticorruzione 2019 – ANAC Delibera numero 1064 del 13 novembre 2019

Approvazione in via definitiva del Piano Nazionale Anticorruzione 2019, con gli allegati per la redazione dei nuovi Piani triennali di prevenzione della corruzione e trasparenza per le Pubbliche Amministrazioni.

Link al documento: https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?id=8ed911d50a778042061d7a5d0028cba2

LO SCIOGLIMENTO UNILATERALE DELLA CONVENZIONE DEL SEGRETARIO COMUNALE ATTIVA ANCHE LA REVOCA DEL RUOLO DI RESPONSABILE ANTICORRUZIONE – ANAC DELIBERA N. 883/2019

Delibera n. 883 del 2 ottobre 2019  concernente segnalazione di misura discriminatoria nei confronti del Segretario comunale e RPCT per motivi collegati direttamente allo svolgimento delle sue funzioni di cui all’art. 1, co. 7, ultimo periodo, l. 190/2012.

Link al documento: https://www.anticorruzione.it/portal/public/classic/AttivitaAutorita/AttiDellAutorita/_Atto?id=d49279d00a7780427fb0f308c50b73da

ATTESTAZIONE DEGLI OBBLIGHI DI TRASPARENZA – DEROGHE ALLA PERFORMANCE PER GLI ENTI TERRITORIALI E DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Gli Organismi Indipendenti di Valutazione, o gli altri organismi con funzioni analoghe, istituiti presso le pubbliche amministrazioni di cui all’art. 2-bis c. 1 del dlgs n. 33/2013, ai sensi dell’art. 14 c. 4 lett. g) del dlgs n. 150/2009, dell’art. 44 del dlgs n. 33/2013 e da ultimo dell’art. 1 c. 8-bis della L. n. 190/2012, sono tenuti ad attestare il rispetto degli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni contenute nel dlgs n. 33/2013 come modificato dal dlgs n. 97/2016 tenendo anche conto dei risultati e degli elementi emersi dall’attività di controllo sull’assolvimento degli obblighi di pubblicazione svolta dal Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza ai sensi dell’art. 43, c. 1, del dlgs n. 33/2013.

A tal fine occorre precisare che gli Enti Territoriali, Regioni, Province e Comuni, e gli Enti del Servizio Sanitario Nazionale, per effetto di quanto previsto dall’art. 16 del dlgs n. 150/2009 sono tenuti ad adeguarsi ai soli principi desumibili dall’articolo 7, “Sistema di misurazione e valutazione della performance”, del decreto legislativo n. 150/2009, per espressa previsione infatti dell’art. 16 stante il mancato rinvio del c. 2, in questi Enti non trovano applicazione le disposizioni recate dall’art. 10, “Piano della performance e Relazione sulla performance” e dall’art. 14, “Organismo indipendente di valutazione della performance”.

Per gli Enti Territoriali il Piano della Performance, di cui all’art. 10 del dlgs 150/2009, è sostituito dal Piano esecutivo di gestione, di cui all’art. 169 c. 3-bis del dlgs n. 267/2000, la fonte principale dei controlli è rappresentata dall’art. 147 dlgs 267/2000, non espressamente derogato dal dlgs n. 150/2009, che riconosce, anche a seguito della riforma apportata dall’art. 3 c.1 lett. d) del DL n. 174/2012 convertito con modificazioni dalla L. n. 213/2012, ampia  autonomia nella configurazione degli organismi di valutazione e controllo da parte dei Comuni, l’OIV non sostituisce, nelle Amministrazioni Locali, il Nucleo di valutazione, fermo restando che ove a suo tempo già attivato lo stesso deve trovare adeguamento alla luce delle previsioni recate dal Titolo II del dlgs n. 150/2009, autonomia confermata dal ultimo dall’art 7 c. 2 del DPR n. 105/2016.