LE MANSIONI EQUIVALENTI SONO ESIGIBILI, NO A DEQUALIFICAZIONE – CORTE DI CASSAZIONE SENTENZA N. 17360/2019

https://www.aranagenzia.it/sezione-giuridica/sezione-giuridica/corte-di-cassazione/9893-sezione-lavoro-ordinanza-n-17360-del-2762019-pubblico-impiego–supposto-demansionamento–richiesta-reintegra-in-precedenti-funzioni-e-risarcimento-del-danno–principio-di-diritto-.html

SI AL CUMULO DEL TURN OVER DELLA DIRIGENZA CON IL COMPARTO – CORTE DEI CONTI SEZIONE AUTONOMIE DELIBERA N. 17/2019

La Sezione delle autonomie della Corte dei conti, pronunciandosi sulla questione di massima posta dalla Sezione regionale di controllo per la Puglia con la deliberazione n. 30/2019/QMIG, enuncia i seguenti principi di diritto:

“I valori economici delle capacità assunzionali 2019-2021 per il personale dirigenziale e non dirigenziale riferiti alle cessazioni dell’anno precedente, ai sensi dell’articolo 3, comma 5, del d.l. n. 90/2014, possono essere cumulati fra loro al fine di determinare un unico budget complessivo utilizzabile indistintamente per assunzioni riferite ad entrambe le tipologie di personale, dirigenziale e non, in linea con la programmazione dei fabbisogni di personale, ai sensi dell’articolo 6 del d.lgs. n. 165/2001, e nel rispetto dei vincoli finanziari previsti dalla legislazione vigente. Tale principio vale anche ai fini dell’utilizzo dei cd. resti assunzionali, per i quali si fa presente che, alla luce delle recenti novità legislative di cui all’ art. 14-bis, comma 1, lett. a) del d.l. n. 4/2019, il riferimento “al quinquennio precedente” è da intendersi in senso dinamico, con scorrimento e calcolo dei resti, a ritroso, rispetto all’anno in cui si intende effettuare le assunzioni”.

Link al documento: http://www.corteconti.it/export/sites/portalecdc/_documenti/controllo/sez_autonomie/2019/delibera_17_2019_sezaut.pdf