EROGARE COMPENSI NON DOVUTI EQUIVALE A PECULATO – CORTE DI CASSAZIONE SENTENZA N. 1550/2021

EROGARE COMPENSI NON DOVUTI EQUIVALE A PECULATO - CORTE DI CASSAZIONE SENTENZA N. 1550/2021

Link al documento: http://www.italgiure.giustizia.it/xway/application/nif/clean/hc.dll?verbo=attach&db=snpen&id=./20210114/snpen@s60@a2021@n01550@tS.clean.pdf

EROGAZIONE DEL RISULTATO ILLEGITTIMA SENZA LA PREVENTIVA ASSEGNAZIONE DI OBIETTIVI SPECIFICI – CORTE DEI CONTI PRIMA SEZIONE DI APPELLO SENTENZA N. 20/2021

EROGAZIONE DEL RISULTATO ILLEGITTIMA SENZA LA PREVENTIVA ASSEGNAZIONE DI OBIETTIVI SPECIFICI - CORTE DEI CONTI MOLISE SENTENZA N. 20/2021

Link al documento: https://banchedati.corteconti.it/documentDetail/PRIMA%20SEZIONE%20CENTRALE%20DI%20APPELLO/SENTENZA/20/2021

Gli incentivi per funzioni tecniche possono essere riconosciuti, in un appalto di servizi concluso mediante adesione a convenzione quadro stipulata da un soggetto aggregatore, laddove sia stato nominato il direttore dell’esecuzione e purché ricorra quella particolare complessità – Corte dei Conti Emilia Romagna delibera n. 120/2020

120/2020 / PARAttività consultiva art. 7 co. 8 legge 131 / 2003Comune di Bentivoglio (BO) Richiesta di parere riguardante gli incentivi per funzioni tecniche disciplinati dall’art. 113 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50. La Sezione enuncia i seguenti principi: – gli incentivi per funzioni tecniche disciplinati dall’art. 113 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 possono essere riconosciuti al personale dipendente dell’Amministrazione che abbia svolto funzioni tecniche nella fase di esecuzione di un appalto di servizi concluso mediante adesione a convenzione quadro stipulata da un soggetto aggregatore, laddove sia stato nominato il direttore dell’esecuzione e purché ricorra quella particolare complessità che deve caratterizzare l’attività incentivabile, la cui occorrenza in concreto va verificata dall’Amministrazione; – le funzioni tecniche svolte nella fase di esecuzione di un appalto di servizi, concluso mediante adesione a convenzione quadro stipulata da un soggetto aggregatore, non sono incentivabili qualora la pubblicazione del bando di gara da parte del soggetto aggregatore sia avvenuta antecedentemente all’entrata in vigore del d.lgs. n. 50/2016.

Link al documento: https://banchedati.corteconti.it/documentDetail/SRCERO/120/2020/PAR